Lingue austronesiane

Lingue austronesiane

Le lingue austronesiane sono una famiglia linguistica composta da oltre 1.200 lingue parlate in una vasta area geografica compresa fra il Madagascar, il Sud-est asiatico, Formosa e l’Oceania, da una serie di etnie imparentate tra loro e collettivamente note come popoli austronesiani. Il termine “Austronesia” deriva dalla lingua greca e significa “isole meridionali”.

La scoperta della famiglia linguistica maleo-polinesiaca precede quello delle lingue indoeuropee (stabilita a partire dal XIX secolo con certezza). Nel 1706, il linguista Hadrian Reland scoprì la parentela linguistica fra l’idioma di Futuna, la lingua malese e la lingua malgascia, partendo dal glossario redatto da Jacob Le Maire a Futuna. L’esistenza di una famiglia linguistica viene riconosciuta definitivamente nel Catalogo delle Lingue di Lorenzo Hervás y Panduro nel 1784. Nel 1834, la famiglia, estesa fino all’Isola di Pasqua, viene battezzata come maleo-polinesiaca dal linguista Wilhelm von Humboldt nel Über die Kawi-Sprache auf der Insel Java (1836-1839). Le lingue melanesiane furono considerate a parte, anche per pregiudizi razziali, dagli studi del linguista Otto Dempwolff (1920). Solo alla fine del XX secolo è stata individuata la parentela delle lingue maleo-polinesiache con quelle formosane. per indicare questa nuova e più grande famiglia è stato coniato il termine di “lingue austronesiane” (dal latino auster = ‘vento del Sud’ e dal greco nêsos = ‘isola’).

La linguistica comparativa, appoggiata da rinvenimenti archeologici, ha ricostruito (seppur con molti dubbi e divergenze) quello che si ritiene fosse l’idioma proto-austronesiano che avrebbe dato appunto origine alla sudetta famiglia linguistica e che si pensa fosse parlata nell’odierna Cina sud-orientale, da cui gli antenati austronesiani si spostarono emigrando prima a Formosa e poi sulle altre isole.

Le lingue austronesiane si dividono in 10 rami, di cui nove si parlano a Taiwan e alcune isole vicine. Vengono raggruppate nelle lingue formosane, senza alcuna parentela con la lingua cinese. Le lingue ancora presenti a Taiwan mostrano grandi differenze fra loro. L’altro ramo è chiamato maleo-polinesiaco che ingloba tutte le altre lingue della famiglia. Questo ramo si suddivide in due sottogruppi: il gruppo occidentale parlato da circa 300 milioni di persone e quello orientale parlato da circa un milione di persone.

Suddivisione della famiglia austronesiana:

  • Lingue formosane (lingue non imparentate col cinese).
  • Lingue maleo-polinesiache
    • Lingue maleo-polinesiache occidentali
      • Lingua indonesiana
      • Lingua giavanese
      • Lingua malese
      • Lingua malgascia
      • Lingua tagalog
      • Lingua cebuana
      • Lingua chamorro
      • Lingua palauana
      • Lingua aceh
    • Lingue maleo-polinesiache centro-orientali
      • Lingue maleo-polinesiache orientali
        • Halmahera Sud e Nuova Guinea occidentale
        • Lingue oceaniche
          • Lingue oceaniche della Nuova Guinea settentrionale e occidentale e Lingue meso-melanesiane
          • Lingue oceaniche orientali (Nuova Guinea orientale, isole Salomone, Vanuatu, Nuova Caledonia, Rotuma, Figi, Micronesia, Polinesia)
            • Lingua figiana
            • Lingua gilbertese
            • Lingua maori
            • Lingua tahitiana
            • Lingua rapanui
            • Lingue micronesiane

Alcuni linguisti credono che le lingue tai-kadai debbano essere collocate all’interno della famiglia austronesiana. Altri ritengono che vi sia una parentela con le lingue sino-tibetane. Altri invece hanno sostenuto una relazione fra le lingue afroasiatiche, formando una famiglia austrica. Nessuna di queste teorie ha avuto approvazione dalla comunità scientifica.

Le lingue maleo-polinesiane usano la reduplicazione (procedimento morfologico consistente nella ripetizione di tutto o parte di una parola) per esprimere il plurale e tutte le lingue austronesiane hanno una entropia linguistica, i testi sono abbastanza ripetitivi in relazione alla frequenza dei suoni. La maggior parte non usa gruppi di consonanti (come [str] o [mpl]) e ha un numero di vocali ridotto.

Loghetto

https://orientalia.live/

Testi pubblicati per studio e ricerca – Uso non commerciale

Texts published  for study and research-non-commercial use

© Copyright 2010-16 – Rights Reserved

Licenza Creative Commons
This opera is licensed under a Creative Commons Attribuzione – Condividi allo stesso modo 3.0 Unported License



Categorie:Q00- [INDONESIA], Q01- Lingue austronesiane - Austronesian linguistics, R00- [ESTREMO ORIENTE - FAR EAST]

Tag:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

LINGUE STORIA CIVILTA' / LANGUAGES HISTORY CIVILIZATION

LINGUISTICA STORICA E COMPARATA / HISTORICAL AND COMPARATIVE LINGUISTICS

TEATRO (E NON SOLO) - THEATRE (AND NOT ONLY)

Testi, soggetti e ricerche di Antonio De Lisa - Texts, Subjects and Researches by Antonio De Lisa

TIAMAT

ARTE ARCHEOLOGIA ANTROPOLOGIA // ART ARCHAEOLOGY ANTHROPOLOGY

ORIENTALIA

ARTE E ARCHEOLOGIA / ART AND ARCHEOLOGY

NUOVA STORIA VISUALE - NEW VISUAL HISTORY

CULTURE VISIVE, SIMBOLICHE E MATERIALI - VISUAL, SYMBOLIC AND MATERIAL CULTURES

ESTETICA ORGANICA- PER UNA TEORIA DELLE ARTI

ORGANIC AESTHETICS - FOR A THEORY OF THE ARTS

LOST ORPHEUS ENSEMBLE

Da Sonus a Lost Orpheus: Storia, Musiche, Concerti - History, Music, Concerts

Il Nautilus

Viaggio nella blogosfera della V As del Galilei di Potenza

SONUS LIVE

Sonus Online Music Journal

The WordPress.com Blog

The latest news on WordPress.com and the WordPress community.

ANTONIO DE LISA OFFICIAL SITE

Arte Teatro Musica Poesia - Art Theatre Music Poetry - Art Théâtre Musique Poésie

IN POESIA - IN POETRY - EN POESIE

IN POETRY - PHENOMENOLOGY OF LITERATURE

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: